0
La conoscenza della natura applicata alla scienza
La conoscenza della natura
applicata alla scienza

Cioccolato fondente, effetti benefici per corpo e mente

Consumare ogni giorno piccole quantità di cioccolato fondente fa bene alla salute, lo dice sempre più spesso la ricerca, ma per evidenziare tali benefici il cioccolato consumato deve contenere almeno il 70% (direi da 80% in su) di cacao.

Consumare ogni giorno piccole quantità di cioccolato fondente fa bene alla salute, lo dice sempre più spesso la ricerca, ma per evidenziare tali benefici il cioccolato consumato deve contenere almeno il 70% (direi da 80% in su) di cacao (non a tutti piace il gusto così amaro, me compreso). A ribadire questo concetto due recenti studi statunitensi che hanno evidenziato che con un contenuto di cacao inferiore al 70% i benefici di salute non ci sono perché più elevato è il contenuto di cacao più elevato è l’apporto di flavonoidi. Gli studi condotti presso l’Università di Loma Linda in California, hanno dimostrato che un consumo di cioccolato fondente, composto per almeno il 70% di cacao, è benefico per la memoria, l’umore, e l’infiammazione intestinale, oltre che per il sistema cardiovascolare. Nota di rilievo che da tempo il sottoscritto tiene in considerazione (non a caso si sa che lo approvo per questo e le sue ulteriori proprietà salutistiche) è che i flavonoidi contenuti nel cacao sono in grado di stimolare la produzione di Ossido Nitrico che porta a un aumento del flusso ematico cerebrale e della perfusione sanguigna del sistema nervoso centrale e periferico si muscoli, tale da fornire ossigeno e glucosio ai neuroni, eliminando anche i metaboliti dei rifiuti nel cervello e non solo. I polifenoli presenti nel cioccolato esercitano un’azione antinfiammatoria sull’intestino “colitico”, migliorando l’integrità della mucosa con un effetto inibitorio sul rilascio di citochine pro-infiammatorie, con riduzione dell’infiltrazione dei neutrofili, tale da essere associato al miglioramento della colite. La liberazione di NO porta a una vasodilatazione, una azione antinfiammatoria con riduzione dell’aterogenesi. Quindi effetto antipertensivo ma anche sul miglior profilo lipidico risultante grazie alla riduzione del colesterolo LDL e incremento dell’HDL che si nota da vari studi, dove la cioccolata fondente sembra essere protettiva contro l’ossidazione procurata dal “colesterolo cattivo” LDL, riducendo il rischio del deposito del colesterolo nelle arterie.

Dott. Gabriele Trapani
Direttore ricerca e sviluppo Yamamoto®
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK