0
La conoscenza della natura applicata alla scienza
La conoscenza della natura
applicata alla scienza

Bromelina, l'altra faccia dell'Ananas

Oltre ad adorarne il frutto, da tanti anni apprezzo e promuovo le qualità della bromelina, l’enzima proteolitico estratto dalla dal busto dell'ananas. Le sue proprietà scientificamente dimostrate vanno oltre la semplice digestione delle proteine tanto che è usata in terapia dal 1957.

Oltre ad adorarne il frutto, da tanti anni apprezzo e promuovo le qualità della bromelina, l’enzima proteolitico estratto dalla dal busto dell'ananas. Le sue proprietà scientificamente dimostrate vanno oltre la semplice digestione delle proteine tanto che è usata in terapia dal 1957. La bromelina ha un'attività antiagregante delle piastrine e un'attività fibrinolitica diretta sui coaguli sanguigni, dose dipendente. A questo titolo previene e tratta le trombosi e le tromboflebiti, aiuta a dissodare le placche dell'ateroma. Molto nota è la sua attività antiinfiammatoria sia diretta che indiretta. Interessante come agisca sull'infiammazione, gli edemi e il dolore sia per la fibrinolisi diretta dei coaguli, che per l'attivazione delle prostaglandine anti-infiammatorie e per l'inibizione della bradichinina, sostanza che accresce la permeabilità vascolare e che stimola il dolore.
Le sue proprietà antiedemigene la rendono un elemento nutraceutico da sempre utilizzato e molto amato dalle donne per contrastare la cellulite con sensibile efficacia. Questo potente enzima dell’ananas ha persino evidenziato una attività mucolitica, capace di ridurre il volume,la viscosità e della purulenza dell'escreato, che poteva essere espulso più facilmente dalle vie respiratorie. Personalmente la apprezzo di fondo per le sue proprietà digestive in particolare verso i cibi solidi proteici, e risulta attiva a differenti pH, nello stomaco e nel tenue. Rimpiazza bene la pepsina e la tripsina quando sono insufficienti o quando il pancreas è debilitato. Il beneficio lo si percepisce. Storicamente in medicina viene usata post interventi chirurgici e traumi: in quanto riduce in modo importante la durata delle infiammazioni, dei dolori e degli edemi post chirurgici (spesso di due terzi). Fatto molto curioso sulle sue proprietà antiedemigene, in uno studio condotto in un gruppo di 74 pugili, vittime di lividi sulla faccia e di ematomi vari, su zigomi e labbra, il petto e le braccia, che dopo 4 giorni di assunzione, tutti i livi erano scomparsi in 58 di questi...

Dott. Gabriele Trapani
Direttore ricerca e sviluppo Yamamoto®
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK